sabato 19 aprile 2008

L'ombra del Vento - Carlos Ruiz Zafon



Questo libro me l’hanno regalata Marco e Simo e li ringrazio perché mi è piaciuto molto: in particolare bella l’ambientazione a Barcellona e i personaggi, tra cui in particolare un certo Fermìn.
La storia è abbastanza complessa, tanto che anche l’autore sembra accorgersene visto che di tanto in tanto si trova costretto a fare il punto della situazione.
Alla fine, cioè quando si chiarisce il quadro, devo dire che nel complesso è surreale ma bella (Hugh Grant sarebbe orgoglioso di me) e quello che sembra il protagonista in realtà diventa quasi un comprimario.
Il tutto avviene in una Barcellona un po’ gotica, dal 1945 in poi (i fatti si svolgono lungo qualche anno).
È la storia di Daniel e Bea, ma contemporaneamente di Julian e Penelope che sono coloro intorno al quale tutto si svolge.
L’inizio lascia un po’perplessi, perché sembra una forzatura per dare un senso al complesso narrativo, ma poi anche nel resto del libro la fantasia galoppa, quindi tutto sommato va bene. Unica nota: mi sa che il Zafon ha qualche repressione sessuale, perché nel libro non mancano accenni, tentativi e due di picche.
Ma nulla di invadente!
Non so dirvi quanto costi, perché è un regalo, ma si trova anche in edizione “Oscar Mondadori”.

Stefano.

3 commenti:

  1. Un libro che ha alti e bassi!!A tratti sublime..a tratti "hollywoodiano"!!!Ma nel complesso cattura e si fa leggere in un sol boccone....ottimo per una estate fresca (con sangria accanto)!!!

    p.s.: CIAO!!

    RispondiElimina
  2. Confermo tutto quello che di buono è stato scritto. Incredibile credere che sia il primo romanzo dell’autore e altrettanto incredibile credere che, a parte un racconto per ragazzi (Il principe della nebbia), non abbia scritto altri libri.
    Coinvolgente l’ambientazione in una Barcellona della metà del 900 più oscura e tenebrosa di quella che siamo abituati a conoscere tramite i racconti di Montalban. Interessante e forse da approfondire il periodo storico in cui è ambientato. Singolare e allo stesso tempo geniale il personaggio di Fermin.
    Consigliato l’acquisto. Il prezzo non è dato sapere, ma essendo un regalo di “short small arm“ (braccino corto) Marco, sicuramente sotto i 10 Euro.
    Igor

    RispondiElimina
  3. emanuela (Jesi)30 aprile 2008 08:22

    Ciao,

    anche a me è stato regalato e devo dire che il giudizio complessivo è molto positivo. Il bello del libro, dopo che TUTTI te ne parlano bene, e che inizi a leggere e non capisci il perché. Sembra non decollare, sembra essere come tutti gli altri libri. Poi, ad un certo punto, capisci che non puoi più staccarti fino alla fine e il giudizio diventa positivissimo.

    Bel libro, decisamente.
    Manu

    RispondiElimina