lunedì 26 maggio 2008

Si, lo ammetto: l'ho fatto...

Si dice sempre che la paura fa novanta.
Non per me, o forse è meglio dire che non stavolta.
La paura ha fatto sessanta, più' precisamente dall'ottavo del primo tempo al goal dell'uno a zero di Ibra.
Mi sono passate e ripassate davanti immagini "atroci" di muri imbrattati , della mia città in mano a colori antiestetici, di festeggiamenti provinciali durati per mesi, di premiazioni ripetute e tutto il resto a cui ho già avuto la disgrazia di assistere.
Ed invece no, stavolta dopo più' di un'ora di paura...è arrivata la gioia !
Resa più' dolce dal fatto che a scippare lo scudo alla riomma sia stata proprio l'Inter, mia seconda squadra da sempre e con i tifosi gemellati da un'eternità'.
Incapace di restare a coccolare mia figlia, anch'ella molto nervosa fino al primo goal dell'Inter, pensavo tra me e me che avrei dovuto fare qualcosa d'importante se le cose fossero cambiate e si fossero messe come volevo io...
Pensa e ripensa, mentre scorreva veloce il quarto d'ora d'intervallo e fumavo una sigaretta in maniera nervosissima, ho deciso che se gli dei del calcio avessero fatto vincere lo scudo all'Inter avrei stappato una bottiglia speciale della mia cantina.
La bottiglia con piu' bianco e azzurro sull'etichetta: un Sassicaia 2000.


E così ho fatto.
La sera di lunedì, ad animo sopito, con Sofia e Simona a letto che dormivano, da solo in cucina, mentre fuori pioveva a dirotto, l'ho stappata e me la sono bevuta.
Anno 2000, non un anno a caso. L'anno che ci ha dato molte soddisfazioni a Noi scozzesi in terra inglese.
E mentre tuoni e lampi squarciavano il cielo, io seduto davanti alla mia "penitenza" ne assaporavo tutto il sapore, il colore ed il fine tannino.
Ma vediamo la parte "tecnica".
Uvaggio: Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc.
Poi...dunque, il colore era un bel rosso granata, abbastanza fitto e con alcuni riflessi brillanti.
Il naso non è stato ampio come me l'aspettavo.Di Sassicaia non ne ho bevuti molti( l'ultimo addirittura sapeva di tappo...), ma il mio punto di riferimento è l'annata 2001 e questo 2000 mi è sembrato molto distante.
Non sto qui a menarvela dicendo di aver sentito chissà che cosa, io bevo e non sono un poeta, ma oltre la ciliegia non mi ha garbato una noce moscata invadente.
Occhio che nel complesso rimane un gran vino...non vorrei far pensare al contrario.
Certo è che quando ci si avvicina ad un mostro di tal portata dell'enologia italica, fargli le pulci è quasi d'obbligo.
Struttura ottima nell'insieme.

Che aggiungere di più'?
Due cose.
La prima:grazie Inter!
La seconda:non mi era mai successo di bere da solo una bottiglia importante ed è una cosa assai strana.
Non penso che la ripeterò di nuovo.
Con un Sassi poi, è proprio fuori discussione...

Marco.

7 commenti:

  1. emanuela (Jesi)26 maggio 2008 09:23

    Che danni che fa il calcio.....
    Scherzi a parte (mica tanto) io non ce l'avrei mai fatta...nemmeno quando l'Italia ha rivinto il mondiale due anni fa.
    Per il Sassicaia, che dire....no, decisamente da sola non lo avrei MAI aperto.
    Per quanto riguarda il calcio, da juventina appassionata nel cuore e nell'anima non sapevo chi scegliere: la fastidiosa Roma che avrebbe festeggiato per tutto l'anno sovrapponendosi ai festeggiamenti di chi avrebbe vinto lo scudetto il prossimo anno o l'Inter, simbolo assoluto dell'ipocrisia calcistica?!?!?! Poi a giochi fatti mi sono detta "almeno Marco sarà contento visto che l'Inter è gemellata con la Lazio"....non immaginavo proprio di aver avuto così ragione!

    Ciao ciao
    Manu

    P.S. -20 al w-e X!!!

    RispondiElimina
  2. Mortacci tua, da solo?????!!???

    Stefano

    RispondiElimina
  3. ...dai che non avresti mai bridato all'Inter !


    Marco.

    RispondiElimina
  4. non me lo sarei neanche bevuto da solo, però. almeno con simo lo potevi condividere...

    RispondiElimina
  5. Impossibile per due motivi:
    Uno, era una penitenza.
    Due, aveva, sotto-sotto, tifato per la riomma...
    E poi la sera era così "selvaggia", quel diluvio che scendeva sembrava il diluvio universale, che tutto pulisce e tutto depura.

    RispondiElimina
  6. Io approvo incondizionatamente!
    Se non l'avessi bevuta la sera di Lazio-Inter di Coppa Italia (purtroppo "sprecata"), ti avrei seguito con l'Ornellaia del 1995...

    Forza Lazio ;-)

    Giorgio

    RispondiElimina
  7. DELLA LAZIO ???
    Gran brutta cosa...
    Ma il pezzo fa ridere lo stesso !


    Paola.

    RispondiElimina