giovedì 12 giugno 2008

L'enogastronomia tira il made in Italy.



Da Agi:
Dopo la moda e le auto, e' l'enogastronomia il settore piu' apprezzato dai giornalisti stranieri tra le eccellenze del Made in Italy. Ed e' il vino a guidare questa nuova tendenza. E' quanto emerge da una ricerca realizzata dall'Osservatorio giornalistico internazionale "Nathan il Saggio" che ha monitorato dal 1 gennaio 2007 al 15 aprile 2008 circa 49.800 articoli sulle principali testate internazionali riguardanti il nostro Paese, raccogliendone oltre 5.000 cha avevano come focus il Made in Italy. I dati sono stati presentati oggi a Milano nell'ambito della celebrazione dei 20 anni di Ornellaia, il vino piu' citato dalla stampa internazionale. Ospiti d'onore, il Premio Oscar Gabriele Salvatores, simbolo del Made in Italy nel cinema, e lo chef Fulvio Pierangelini, maestro dell'arte culinaria del nostro Paese. Sulla stampa internazionale, il settore dell'enogastronomia ottiene citazioni pari a quelle dei marchi storici dei motori, come Ferrari e Maserati, posizionandosi prima di altri comparti importanti come quello dell'arte e del design. Tra gli argomenti piu' citati, come prevedibile, conquista il primo posto la moda con 3.344 articoli. Solo a debita distanza il settore delle auto (490 articoli), subito seguito dall'enogastronomia (463 articoli). Quarto posto per le aziende (356 articoli) e, a chiudere, arte e design con 356 articoli. Indicativa la "Top 10" degli oggetti di culto "emergenti" per la stampa estera. Il profumo dello stilista di grido (18.16%) e' al primo posto, seguito dal cellulare griffato (15.365), con il vino (14.53%) che conquista il podio. Al quarto posto le due ruote, bici e moto (13.69%), seguite da occhiali (10.33%), viaggi (8.94%), abbigliamento sportivo (8.10%), bagno di casa (5.03%), intimo e costumi da bagno (3.91%), letto e materassi (1.95%). Questo e' il risultato, come ha spiegato Le Monde lo scorso 19 febbraio 2008, di un "boom dell'alta gamma promosso proprio dalla nuova borghesia che ha desiderio di elevare la propria posizione aggiudicandosi icone riconosciute come lusso dai nuovi standard di vita collettiva". Ricette, specialita' e piatti tradizionali hanno da sempre conquistato le pagine dei giornali stranieri.
Anche in questo ambito, e' il vino a farla da padrone ottenendo il numero piu' alto di citazioni rispetto alle altre tematiche enogastronomiche Made in Italy (19.03%). Seguono i prodotti tipici (15.15%), le ricette (10.73%), chef e ristoranti (9.31%) e tour enogastronomici (7.82%). Curioso, infine, sapere che la stampa che parla maggiormente del nostro Made in Italy non sempre e' quella che ne parla meglio. E' la Francia a citarci di piu' (24,09%), seguita da USA (20,31%), Germania (19,91%) e GB (15,88%).
Ma gli articoli che elogiano l'Italia provengono soprattutto dall'America, dalla Russia e dal Medio Oriente, nuovi mercati sempre attenti alle eccellenze italiane.
Le altre nazioni europee si posizionano solo a meta' classifica.

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento