lunedì 26 gennaio 2009

Verticale di Faro Palari.




Una splendida emozione. Questo il giudizio che do del Faro Palari, prodotto dell'azienda di Salvatore Geraci, siciliano di messina.
Uno che bazzica nel vino da tanto, e che su insistenze di Veronelli (mitico Gino) si è messo a fare vino per salavare una doc, quella appunto del Faro. E meno male che l'ha fatto, visti gli splendidi risultati ottenuti (non solo per me a quanto pare ma per tutti gli astanti e in generale per il pubblico enologico).

La degustazione si è svolta presso l'enoteca Di Biagio, che colgo l'occasione per segnalare (anzi per lodare) viste le tante interessanti iniziative che fa.

Il Faro nasce da uve autoctone della zona quali nerello, cappuccio, nocera , acitana, tignolino, galatena, calabrese e non so quante altre. L'unica che conoscevo già era il nerello, utilizzato anche da Cottanera. Le uve dopo la fermentazione fanno grossomodo un anno e 1/2 di botte e altri due di affinamento in bottiglia.

Il vino in se, poi vediamo i singoli anni, non ha praticamente nulla a che fare con l'enologia siciliana a cui siamo abituati (a parte qualche eccezione). E' estremamente complesso e sopratutto incredibilmente elegante.
L'ingresso in bocca è sussurrante e viene fuori poco alla volta, insistentemente, senza lasciarti per un bel po'.
Al naso e nella stessa bocca ha più note piemontesi che sicule, e già questo è tutto dire.

Noi abbiamo degustato anzitutto il celebratissimo 2005 poi il 2002 e il 2000.

Il 2005 mi è piaciuto (più al secondo assaggio che al primo), perchè un po' troppo scorbutico all'inizio. Aveva bisogno di aria, evidentemente. Colore rosso rubino, con qualche riflesso granato. In bocca spezie, frutta rossa matura (molto matura) e un po' di balsamico.
Le note grossomodo si ripetevano anche per gli altri due anni, con la differenza che il colore diventava via via più granato (2002 e 2000 molto simili), il balsamico si affielvoliva, così come la pungenza dei tannini.
Il 2000 e il 2002 le ho trovate straordinarie veramente. Il 2005 per i miei gusti ha bisogno di "spuntarsi", ma si sente che è un gran bel prodotto.

I costi girano intorno ai 30-40 neuri.

Lodevole.

Stefano.

PS per Emanuela: il 2005 aveva anche il mallo di noce (mi hanno detto), ma io non lo so riconoscere! :)

5 commenti:

  1. Solo due piccole precisazioni al riguardo, così Stefano s'incazza e comincia a baccaiare...!
    Prima.Piu' che verticale direi verticalina.
    Tre anni soli di un prodotto danno un visione ampia, ma non ampissima dello stesso.
    Seconda.Il prezzo esposto da Stefano è un prezzo da enoteca.
    Il vino in questione è molto andato di moda ultimamente e anche il suo "tariffario" ne ha risentito.
    Sui forum specializzati si trova a molto meno, perchè un po' tutti gli esperti-sboroni lo giudicano non proprio benone.
    Particolarmente criticato è il rapporto qualità\prezzo, se per quest'ultimo s'intende quello da enoteca.

    Tant'è...sono le uniche cose che potevo dire per completare il discorso.

    Marco.

    RispondiElimina
  2. Verticale, verticalina, verticaletta, verticaluccia...chiamala come preferisci. La sostanza quella resta.

    Il prezzo che ho riportato è quello che ho trovato, però direi che è più indicativo, immaginando che la gente per lo più acquisti in enoteca e non sui forum.

    Comunque visto che lo trovi a di meno, se mi fai presente quando ci sono offerte te ne sarei grato. ;) (sul serio, non scherzo).

    Per quanto riguarda il giudizio sulla qualità, devo dire che l'ho bevuto insieme a diverse persone, e tutti sono rimasti entusiasti. Tra l'altro la degustazione non era stata iniziativa dell'enoteca, ma degli stessi partecipanti alle degustazioni, che sollecitati dalla famiglia Di Biagio, hanno espresso la preferenza per questa e non per altre.

    Penso che sia un vino che ha molto da esprimere rispetto alla sicilia enologica comunemente conosciuta. Nondimeno, l'ho bevuto, mi è piaciuto molto, è piaciuto anche a Roby e tanto basta.

    Mi piacerebbe continuare questa discussione con te, ma ti premetto che mi sono svegliato male, mi fa male la testa e la settimana è cominciata di merda....

    Con affetto
    Stefano!

    :)

    RispondiElimina
  3. Sul forum gira sui 20-22 euro a bottiglia e spesso( e ciò la dice lunga...)rimane invenduto.
    Su quei valori di sicuro prima o dopo(piu' probabile dopo) ne farò anch'io scorta se il primo assaggio sarà positivo.
    Facciamo così...io ti segnalo un buon affare e tu me lo fai assaggiare , ci stai ?

    Per il resto...stai così ed hai anche vinto l'anticipo, che dovrei dire io che so' stato cappottato in casa ?
    Ma roba da matti...
    :)

    Marco.

    RispondiElimina
  4. Tu segnala che poi per assaggiare non c'è problema.

    Stefano

    RispondiElimina
  5. emanuela (jesi)26 gennaio 2009 18:57

    Ragazzi siete troppo forti!
    E nun se po' di' de ppiù!

    RispondiElimina