mercoledì 1 febbraio 2012

L'identikit dell'enoturista...

Una notizia interessante presa dalla rete...Voi che ne pensate, la ricerca arriva a conclusioni veritiere o no ?


Da AGI.it del 31/01/2012 senza firma.
(AGI) - Perugia, 31 gen. - E' italiano, di eta' tra i 30 e i 50 anni (7 su 10 sono under 50) e internauta. Pianifica le proprie vacanze autonomamente sul web, viaggia in coppia o in un gruppo di amici e cerca un'offerta integrata che al vino abbini cultura, sport, natura e benessere. Visita le cantine tutto l'anno, non solo nel periodo estivo, dove spende fino a 100 euro. E' l'identikit dell'enoturista tracciato nell'indagine Cst- Movimento Turismo Vino 'Il volto dell'enoturista oggi', condotta sulle cantine del Movimento e diffusa oggi nella Conferenza internazionale dell'enoturismo di Perugia.
La ricerca sara' presentata domani dalla presidente del Movimento Turismo Vino, Chiara Lungarotti. All'enoturista piace la vacanza fai da te: secondo il 66,3% dei produttori, 2 clienti su 3 scelgono il proprio itinerario e la propria visita in cantina in maniera indipendente su internet, senza affidarsi all'intermediazione di tour operator.



Fanno eccezione il Sud e le isole, dove c'e' un'incidenza maggiore di viaggi organizzati. A fare da traino nella scelta dei visitatori e' soprattutto il sito web dell'azienda, molto piu' efficace dei tradizionali strumenti di promozione e in grado di attrarre e intercettare crescenti fasce di pubblico. Non solo: oltre la meta' dei produttori dichiara che e' il mezzo piu' utilizzato per registrare il cliente e ricontattarlo dopo la visita.
Il 61,3% dei visitatori e' di sesso maschile.
Ad arrivare nelle cantine soprattutto i turisti italiani: il 62% delle presenze contro il 38% degli stranieri.
Ma sono questi ultimi a spendere di piu': secondo l'esperienza delle aziende, su una spesa media di 50 euro in cantina, il turista straniero e' nel 65% dei casi molto piu' propenso a spendere per portare a casa i prodotti del territorio che ha visitato.
A questa cifra vanno poi aggiunti i costi per il pernottamento e le altre attivita', per arrivare ad una spesa media procapite giornaliera di 193 euro, come confermato dal Censis. Dato che supera notevolmente la spesa media nazionale (90 euro). (AGI)

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento