martedì 24 gennaio 2012

Gita nelle Langhe...riassunto stretto !

Erano molti anni che volevo organizzare una visitina nelle Langhe, ho avuto il merito di saper aspettare il momento giusto sotto tutti i punti di vista.
Sicuramente se ci fossi andato un lustro fa avrei fatto un tour diverso, disegnato dalle guide e dalle pubblicità regresso che si trovano ovunque….oppure avrei visitato solo cantine super gettonate che ti trattano sempre e solo come uno scocciatore che invade i loro spazi.


Non è stato così.
Coadiuvato dall’eccellente Stefano abbiamo fatto un ottimo programma di base e poi ci siamo affidati alla ragnatela delle nostre conoscenze per poter visitare locali e cantine “buone”.
La squadra di base, formata dai tre del Melmo (Fantozzi, Filini e Calboni sono stati i nomi d’arte scelti per la gita….) si è naturalmente allargata al mi’ babbo, ad Aurelio ed alla nuova leva Francesco, che alla veneranda età di 19 anni, ha dettato i ritmi, in tutti i sensi, della gita.


Le notti che le “mogliere” ci concedevano fuori di casa senza cambiare la serratura erano due e calcolando il viaggio, comunque lungo, non sarebbe rimasto tantissimo tempo…
Abbiamo fatto così: partenza di sabato alla buon’ora, arrivo a Cherasco verso le 16. 30 e un’ora dopo prima visita all’Azienda Giacomo Finocchio presso Manforte d’Alba.
Cena al ristornate La salita a Manforte e poi mesta ritirata in albergo.
La mattina del giorno seguente visita all’Azienda Rizzi presso Barbaresco, pranzo un po’ raffazzonato a La Morra e pomeriggio di visita dei vari paesetti.
A cena si è passati alla Hosteria Boccondivino a Bra .
Il lunedì abbiamo visitato l’Azienda di Enzo Boglietti e dopo gli ultimi acquisti all’enoteca di Danilo (La bottega del barolo a La Morra), abbiamo ripreso la strada di casa.


Questo in un riassunto molto stringato è stato il programma della gita, condito, ovviamente, da battute, assaggi on the road, prese per il culo, telefonate a casa con la voce finto-preoccupata e tanto altro.

Nei prossimi giorni usciranno le rece delle cantine visitate, una per volta, con gli assaggi fatti e le foto delle cantine.

Marco.

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento